• Seit 1999 online
  • Powered by 350 Bergsportler
  • Am Puls der Berge
Come trovare il modello e la taglia giusta!

8 domande sui pantaloni da trekking

6 minuti di lettura
Funzionali, comodi e studiati nei minimi dettagli. I pantaloni per la montagna sono progettati per rispondere al meglio alle esigenze degli amanti dell’outdoor. Quali sono le differenze tra i vari modelli? Perché si usano tessuti tecnici? Qual è la differenza tra pantaloni da trekking e da escursioni in montagna?

1. C’è una differenza tra i pantaloni da trekking e quelli da escursioni in montagna?

Che sia in pianura o in montagna, quando si tratta di trekking e lunghe passeggiate non ci sono molte differenze. Le caratteristiche fondamentali: comodità, traspirabilità e resistenza accomunano tutti i pantaloni per le attività outdoor.

2. Come trovare i pantaloni giusti?

Pantaloncini corti multisport o pantaloni lunghi da trekking? La scelta del modello giusto dipende dalle esigenze e dal tipo di tour che fate.

Bergzeit

Pantaloncini corti multisport o pantaloni lunghi da trekking? La scelta del modello giusto dipende dalle esigenze e dal tipo di tour che fate.


Come per tutta l’attrezzatura outdoor, la prima cosa da capire prima di fare un acquisto è quale uso ne verrà fatto. Alta o bassa montagna? In quale stagione? Sono necessarie protezioni particolari per percorsi che includono brevi tratti di arrampicata?

Una volta capite le esigenze si può passare alla ricerca del modello più adatto.

3. Ho davvero bisogno di pantaloni specifici per la montagna?

Dipende ovviamente dalle esigenze, ma è innegabile che il giusto paio di pantaloni può migliorare sensibilmente il comfort della vostra prossima escursione. I tessuti tecnici con cui vengono realizzati i pantaloni da montagna sono pensati soprattutto per offrire grande libertà di movimento e un’asciugatura rapida.

Inoltre, caratteristiche specifiche possono essere richieste per escursioni con cattivo tempo, in inverno o su terreni impervi. Ad esempio, membrane in grado di isolare dal vento o con proprietà idrorepellenti vi terranno caldi e asciutti anche nella bufera o nella neve, mentre rinforzi specifici sono particolarmente utili nell’arrampicata dove il corpo viene spesso a contatto con la roccia e con la vegetazione. Esistono anche pantaloni realizzati con un mix di cotone e fibre sintetiche, estremamente resistenti e traspiranti e in grado di tenere proteggervi dalle punture di insetto.

4. Perché i moderni pantaloni da montagna sono realizzati con tessuti sintetici?

Dimenticate i classici e pesanti pantaloni anni ’80 e il loro inconfondibile look con le toppe di rinforzo sulle ginocchia. Oggi i pantaloni realizzati in tutto o in parte con tessuti sintetici vi possono garantire un comfort e una protezione dalle intemperie impossibili da replicare solo con l’uso del cotone. I pantaloni in cotone assorbono facilmente l’acqua, diventando subito molto pesanti e richiedono lunghi tempi per l’asciugatura.

I pantaloni in tessuto tecnico invece, oltre ad assorbire meno umidità e sudore, si asciugano anche più in fretta. Un ulteriore caratteristica molto utile soprattutto nei trekking di più giorni sono i trattamenti anti-microbici che impediscono la formazione di cattivi odori anche dopo molte ore di uso.

I materiali funzionali sono robusti, traspiranti, ad asciugatura rapida e permettono un'ampia libertà di movimento - ideale per le avventure in montagna.

Bergzeit

I materiali funzionali sono robusti, traspiranti, ad asciugatura rapida e permettono un’ampia libertà di movimento – ideale per le avventure in montagna.


5. Quali materiali si adattano meglio ai differenti utilizzi?

Oggi i materiali usati per la realizzazione dei pantaloni sono molto vari, con tessuti specifici per gli usi più estremi o per climi particolari.

Pantaloni realizzati in tessuti sintetici leggeri.

Sono pensati per escursioni di un giorno a media e bassa quota. Sono apprezzati soprattutto per la loro leggerezza, rapidità nell’asciugatura e protezione dal vento. Offrono anche protezione dai raggi UV e dalle punture di insetto, mentre per chi è alla ricerca del miglior comfort esistono tessuti double-stretch in grado di seguire il corpo in ogni movimento.

  • Ideali per: escursioni a temperature medie dalla primavera all’autunno.

Pantaloni in softshell.

I pantaloni in softshell stanno diventando sempre più popolari per chi ama fare escursioni dalla media montagna in su. Questo tessuto è disponibile sia con o senza membrane in grado di proteggere dal vento e dalla pioggia e rappresenta un buon compromesso tra un pile e una hardshell.

  • Con membrana: antivento, resistenza alle intemperie, meno traspiranti.
  • Senza membrana: antivento, molto traspiranti.

I tessuti sono caratterizzati dalla morbidezza e da una superficie liscia che permette all’acqua di scorrere, oltre ad essere facile da tenere pulita e ad avere un’ottima elasticità.

Una combinazione che li rende ideali per il trekking con meteo variabile o temperature rigide. Se cercate la massima protezione dal vento vi consigliamo i modelli con una membrana a tre strati (Gore-Tex Infinium Windstopper o Polartec Powershield) o in tessuto Schöller (drysking o dynamic). I softshell senza membrana hanno solitamente migliori caratteristiche di traspirabilità, ideali per i climi caldi o le attività più intense.

  • Ideali per: escursioni con temperature fredde o in alta montagna. A volte possono essere utilizzati anche per lo sci alpinismo con scegliendo il giusto tipo di membrana per le condizioni meteo. I pantaloni softshell possono essere di spessori e pesantezze molto diverse e possono quindi essere adatti anche ad attività più impegnative del trekking.

Pantaloni da trekking in mix di cotone e materiali sintetici idrorepellenti.

Per coloro che sono alla ricerca di un feeling naturale sulla pelle con il massimo della traspirabilità e un’ottima durata, la scelta ideale sono tessuti come il leggendario G-1000 di Fjällräven. Realizzato con un mix di cotone e poliestere questo tessuto può essere reso idorepellente con la speciale cera Greenland. Una volta cosparso con questa cera il tessuto potrà resistere a brevi scrosci di pioggia. In seguito si potrà togliere lo strato di cera o riapplicarlo per continuare ad avere lo stesso livello di impermeabilità. Inoltre questo tessuto resiste alle fastidiose punture di insetto, rendendolo perfetto per i trekking durante le stagioni estive.

  • Ideali per: trekking ed escursioni in Scandinavia o nelle Alpi (a bassa quota).

Pantaloni impermeabili

I pantaloni impermeabili (o pantaloni “da pioggia”) sono realizzati in hardshell e garantiscono la miglior protezione contro gli agenti atmosferici.

  • Ideali per: protezione in caso di maltempo o lunghe traversate nelle Alpi.

Pantaloni “Zip-off”

O si amano o si odiano. I pantaloni “staccabili” possono essere molto comodi per adattarsi a un meteo variabile come quello della primavera. Non tutti però apprezzano la cerniera a metà gamba trovandola poco comoda e antiestetica. In alternativa molti produttori realizzano pantaloni con una coulisse regolabile che permette di fermare l’orlo al polpaccio.

  • Ideali per: condizioni meteo variabili e trekking di più giorni.
I pantaloni con la cerniera sono pratici e versatili. Sono ideali per le condizioni mutevoli in tour e per le missioni più lunghe.

I pantaloni con la cerniera sono pratici e versatili. Sono ideali per le condizioni mutevoli in tour e per le missioni più lunghe.


6. Che differenza c’è tra pantaloni da trekking e da alpinismo?

I pantaloni da alpinismo sono pensati per offrire più libertà di movimento e protezione, entrambe necessarie su terreni tecnici. Questo comporta un costo superiore in molti casi per via dei materiali più ricercati che vengono utilizzati.

7. Cosa devo tenere presente quando acquisto un paio di pantaloni da trekking?

Sicuramente è importante partire con le idee chiare per l’uso che si vuol fare di un certo tipo di pantaloni. La stagione, il tipo di attività e di terreno (roccia, neve, sentieri) su cui si passerà la maggior parte del tempo condizionano in maniera significativa le scelte in merito al materiale e alla vestibilità che deve avere un buon pantalone.

8. Come devono essere indossati i pantaloni da trekking?

In una parola sola…. devono essere molto molto comodi! Non devono essere d’impaccio nei movimenti, anche quando vi troverete in posizioni abbastanza “acrobatiche”. Per quanto riguarda la lunghezza, evitate di trovarvi con i pantaloni sotto le suole delle scarpe e scegliete un taglio che arrivi alla caviglia o poco sotto. Ovviamente i pantaloni corti in estate sono una scelta estremamente popolare, che abbinata a degli scaldamuscoli o calze più lunghe possono comunque rivelarsi molto versatili.

Scopri tutta l’offerta di pantaloni da trekking su Bergzeit:

Pantaloni da trekking
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Unsere Top Outdoor Kategorien


Bergzeit Magazine - Il tuo blog per gli sport di montagna e la vita all‘aperto

Benvenuti nel blog di Bergzeit! Qui troverai test dei prodotti, consigli per le tue escursioni, istruzioni per la cura dei tuoi prodotti e suggerimenti per l‘allenamento. Dalla A di Alpspitze alla Z di Zoncolan. La redazione del magazine di Bergzeit, insieme a molti autori esterni ed esperti di alpinismo, scrive articoli su tutti i temi più importanti della montagna e della vita outdoor.