Attacchi sci-alpinismo (42 Prodotti)

Attacchi scialpinismo Alpinist 10 Long Travel Attacchi scialpinismo Radical Adattatore StartUp da scialpinismo Attacco sci alpinismo Xenic 10 Attacchi scialpinismo Radical Attacco da sci alpinismo Crest 10 Attacco sci alpinismo Vipec Evo 12 Attacchi da scialpinismo Superlite 150 Attacchi scialpinismo ST Rotation 14 Attacchi sci alpinismo Tecton 12 Attacchi scialpinismo ST Rotation Lite 10 Attacchi scialpinismo Radical Attacchi scialpinismo ST Rotation Lite 7 Attacchi da scialpinismo ST Rotation 10 Attacchi scialpinismo Radical Attacco sci alpinismo Diamir Scout 11 Attacco da sci R12 Attaco da sci alpinismo Superlite 175 Attacco da sci alpinismo Crest 8 Attacco scialpinismo Oazo 8 Attacco da sci R12 Attacco da sci R12 Attacco da sci alpinismo Raider 10 Attacchi scialpinismo Blacklight+ Attacchi da scialpinismo Superlite 150 Attacchi sci alpinismo P49 Attacco da scialpinismo Candy5 bambino Attacco da sci alpinismo RTB Attacchi scialpinismo Blacklight Attacco da sci alpinismo RT 10 Attacchi scialpinismo Speed Turn Attacchi scialpinismo Kuluar 9 Attacchi scialpinismo Kuluar 12 Attacchi sci alpinismo TLT Expedition Attacco scialpinismo R170 Attacchi scialpinismo Superlite 175-Z10+ Attacco scialpinismo Oazo 4 Attacco scialpinismo Pika Attacchi da scialpinismo ST Rotation 12 Attacco da sci R12 Attacco scialpinismo R99 Attacchi scialpinismo Superlite 150+
Quando si scelgono gli attacchi da scialpinismo, la prima domanda che ci si dovrebbe porre è: cosa è più importante per voi in un'escursione con gli sci? Affrontate la salita solo per trovare le migliori discese possibili? Vi piacciono le lunghe salite tanto quanto la discesa a valle, oppure vi concentrate sull'aspetto sportivo e volete guadagnare il maggior numero possibile di metri verticali?

Gli attacchi da scialpinismo possono essere differenziati in base alla sicurezza in discesa e alle prestazioni in salita. La regola empirica è: più pesante è l'attacco, più è orientato alla discesa e più si può spingere in curva. Ma più peso significa anche più fatica in salita. Ecco perché vi presentiamo quattro tipi scialpinisti e gli attacchi che fanno al caso loro - in modo che possiate trovare esattamente l'attacco giusto per le vostre esigenze.

Tipo 1: Freetourer (con occasionali uscite in pista)

La discesa è tutto? Cercate le piste più ripide e difficili, indipendentemente dalla neve? Vi divertite a velocità elevate facendo curve veloci? Allora il peso è sicuramente una considerazione secondaria mentre le proprietà ammortizzanti, l'affidabile staccatura degli sci in caso di caduta e l'elevata elasticità sono essenziali per trovare l'attacco giusto. Gli attacchi da freeride promettono ottime prestazioni nella discesa. Gli attacchi di questa categoria sono simili a quelli per lo sci alpino e per il freeride e se si è abituati a questi, il passaggio a quelli da scialpinismo è piuttosto semplice. Con il Salomon Shift o l'attacco B.A.M. si hanno degli attacchi da scialpinismo che combinano il meglio dei due mondi: pin sul avanti per la salita e talloniera sul retro per la discesa in freeride. Altrimenti, ai freetourer piace usare attacchi ibridi come il Fritschi Tecton. Il mix di attacchi pin e talloniera è decisamente migliore in termini di discesa e sicurezza ai puri attacchi pin. Degli attacchi ibridi simili sono i Marker Kingpin, con la differenza che la punta ha esattamente lo stesso sgancio di sicurezza di un attacco pin. Se invece il peso è tanto importante quanto la discesa, un puro attacco pin con un'ampia foratura e una costruzione stabile del tallone come l'ATK Freeraider è un'alternativa interessante tra gli attacchi da scialpinismo per i freerider.

Tipo 2: il ricercatore del piacere

Allo sciatore che ricerca il piacere non importa in quanto tempo sale la montagna, cerca la neve più bella e la migliore esperienza di discesa lontano dalla folla. Gli attacchi da scialpinismo abbinati sono classici all-rounders con un elevato comfort di salita, ma non troppo peso. I rappresentanti di questa categoria hanno alzatacchi di facile utilizzo con diverse altezze e consentono un facile inserimento dello scarpone nell'attacco. Esempi popolari sono il Dynafit Rotation 10, Fritschi Vipec Evo 12 o G3 Zed 12. Naturalmente, essendo sistemi a pin puri hanno delle prestazioni inferiori in discesa. Tuttavia, con una buona neve e uno stile di sciata a risparmio (ad esempio, curve brevi e controllate), non si sente quasi nessuna differenza da attacchi più performanti.

Tipo 3: l'alpinista

Se vi vedete come scialpinisti e puntate a mete di alta montagna, il peso del vostro attacco gioca per voi un ruolo essenziale: perché dovete portare in cima alla montagna ogni grammo in più! Il comfort è quindi secondario, ma una funzionalità affidabile è essenziale. Perché nessuno vuole sciare con materiale instabile da un 4000 o da una parete nord. Spesso si fa a meno di un secondo alzatacco e anche l'elasticità in discesa è qualcosa che non è così importante. Per i rappresentanti degli attacchi di questo tipo come l'ATK Haute Route 10, la regola è: il più leggero possibile e il comfort solo se assolutamente necessario! Un altro buon esempio di questa categoria porta già nel nome l'uso principale: il Marker Alpinist 9. Questo attacco da scialpinismo è un'eccezione, in quanto offre un po' più di comfort sotto forma di un versatile alzatacco per la salita e di un po' di ammortizzazione nella discesa.

Tipo 4: l'agonista

Se volete gareggiare con gli sci da alpinismo, allora dovete dire addio alle comode caratteristiche del vostro attacco da scialpinismo, perché qui conta solo una cosa: risparmiare più peso possibile! Con questo attacco leggero è come volare sulla neve. | Foto: Bergzeit Se con questo attacco la salita diventa facile e poco faticosa, la discesa richiede invece molta abilità. Ciò non significa che non sia assolutamente possibile sciare in discesa, perché gli attacchi da alpinismo per gli agonisti sono attacchi da sci a pieno titolo. Tuttavia, sono così leggeri che possono essere combinati solo con sci molto leggeri. Questa categoria è riservata agli atleti che vogliono salire e scendere la montagna il più velocemente possibile, accettando sacrifici in eleganza, controllo e sicurezza a favore di un peso minimo e di risultati di gara veloci. Tourenbindungen dieser Kategorie sind extrem minimalistisch mit einem einzigen Gehmodus und winzigen Hinterbacken wie die Dynafit Low Tech Race, Dynafit Speed Radical oder der ATK World Cup. Gli attacchi da alpinismo in questa categoria sono estremamente minimalisti, con una sola modalità di camminata e talloniere minuscole come il Dynafit Low Tech Race, il Dynafit Speed Radical o ATK World Cup.

Attacchi per la pista

Fondamentalmente, qualsiasi attacco da alpinismo può essere utilizzato anche in pista. Tuttavia, solo gli attacchi a telaio o ibridi della categoria scialpinismo offrono caratteristiche di discesa e rilascio di sicurezza simili a quelle dei normali attacchi da sci alpino. I puri attacchi pin sono un po' più difficili da usare.

Pin o telaio?

Gli attacchi pin sono chiaramente più adatti per i tour lunghi grazie al peso ridotto e al punto di rotazione ottimale in salita. Se la discesa è l'obiettivo principale, gli attacchi a telaio hanno chiari vantaggi grazie alle loro proprietà ammortizzanti, all'elasticità e alla soluzione di sicurezza. Solo gli attacchi ibridi e il Salomon Shift offrono il meglio di entrambi i mondi. Ciononostante, dovreste anche porvi la domanda se avete davvero bisogno del plus nello sci alpino o se state comunque cercando solo le migliori discese su neve fresca. In questo caso raramente si noterà una grande differenza e il peso aggiuntivo di un attacco a telaio sarà solo un problema.

Attacco con o senza ski stopper?

Gli stopper sono sicuramente molto pratici per gli attacchi da scialpinismo. Il comfort di ingresso è notevolmente aumentato e in caso di caduta non si perde lo sci così rapidamente. Solo gli agonisti e alcuni alpinisti fanno a meno degli stopper per motivi di peso.

Leash o no?

I leash sono sicuramente utili durante un'escursione di scialpinismo. In situazioni critiche (cadute in crepacci, cadute in terreni scoscesi) o nella neve profonda impediscono di perdere lo sci. La facilità di aggancio non è così confortevole come con uno stopper, ma con i leash si risparmia in termini di peso.